CAPRINO  
  Diffusione: provincia di Pesaro e Urbino, in particolare Montefeltro e alto maceratese. Formaggio prodotto con latte caprino di provenienza locale. Alimentazione: pascolo estensivo, foraggi, miscele di cereali e leguminose. Altezza cm 6-10; diametro cm 9-14; peso Kg 0,5-1,5; forma cilindrica, crosta morbida increspata, se fresco; dura di colore nocciola di varie sfumature se stagionato; pasta compatta con rare o nessuna occhiatura, pastoso; sapore sapido e gradevolmente piccante. Lavorazione: si porta il latte crudo a circa 35-37 aggiungendovi il caglio. Coagula in trenta minuti. Dopo la rottura della cagliata si riporta la temperatura a circa 40. Una volta depositata, la massa viene estratta e messa in appositi stampi a sgrondare; la pressatura si effettua con le mani. Salatura a secco sulle forme per massimo due giorni; poi si toglie il sale in eccesso lavando le forme con il siero caldo. Matura in tre settimane in casera dove le forme vengono lavate quotidianamente per i primi tre giorni e ogni due per i successivi. Stagionatura da un mese fino a un anno circa, in ambiente fresco e asciutto. Si produce in primavera - autunno.  
                   
                   
       
                   
                   
                   
PRODUTTORI