RICOTTA SALATA  
  Produzione: comune di Pieve Torina. Si presenta di forma tronco-conica, con la crosta di colore grigio. La pasta bianca e compatta. Si utilizza prevalentemente grattugiata sulla pasta, oppure anche a fine pasto. La pratica della salatura, oltre che per ottenere un prodotto particolrmente apprezzato per il gusto gradevolmente sapido e l'aroma delicato, veniva utilizzata per conservare la ricotta che non veniva consumata fresca. Procedimento: il siero derivante dalla lavorazione dei pecorini viene trasferito in caldaia e riscaldato a 80-90. La ricotta affiorata viene raccolta con un'apposita "schiumarola" e posta in fuscelle per circa 24 ore a sgocciolare. La salatura viene effettuata in appositi stampi dove la ricotta viene rigirata quotidianamente. Dopo una settimana, la ricotta ha raggiunto una consistenza tale da poter essere tolta dai contenitori e sistemata su una mensola dove viene lasciata a stagionare per circa due mesi.  
                   
                   
       
                   
                   
                   
PRODUTTORI