ROVEJA - RUBIGLIO - CORBELLO  
  Diffusione: comprensorio dei Monti Sibillini. La Roveja (Pisum sativum ssp. Arvense L.) un pisello selvatico coltivato in piccoli appezzamenti dei Monti Sibillini, dal seme di colore marroncino tendente al giallo. Racemi lunghi quanto le stipole, corolla di colore roseo violaceo ed ali porporine, legumi corti quattro-sei cm con semi contigui, variegati, compressi o prismatici. Pianta che si adatta a vivere in terreni argillosi e umidi, dotata di una buona resistenza al freddo. La pianta si raccoglie a fine estate e secondo le regole tradizionali, dopo la raccolta viene essiccata ad aria naturale e al sole e macinata con il tradizionale mulino a pietra. La Roveja, rubiglio e corbello sono altri nomi dialettali che la identificano, particolarmente apprezzata per la preparazione di una polenta, localmente chiamata "farrocchiata" o "farecchiata", dal gusto intenso e lievemente amarognolo. Condita tradizionalmente con un battuto di alici, aglio e olio extravergine di oliva, ottima anche il giorno dopo, affettata e abbrustolita in padella.  
                   
                   
                   
                   
PRODUTTORI