TARTUFO NERO ESTIVO o SCORZONE
(Tuber aestivum Vittadini)
 
  Diffusione: zone interne dell'intero territorio regionale. Forma per lo più rotondeggiante, dimensione varia, ha peridio o scorza nera molto grossolana e polpa dal giallastro al bronzo, con venature chiare, numerose, arborescenti che scompaiono con la cottura. Ha debole profumo, predilige terreni calcarei, vive in simbiosi con querce, pini, frassini e faggi. Matura da giugno a fine agosto. Il prodotto viene ricercato e raccolto con l'ausilio di cani opportunatamente addestrati e l'estrazione dal terreno avviene mediante l'uso di appositi badili. E' preferibile consumare il prodotto allo stato fresco, ma si può conservare fino a svariati anni in semplici contenitori di vetro. La presenza di tartufaie nel territorio regionale è attestata da numerosi documenti storici già a partire dal 1600.  
                   
                   
                   
                   
PRODUTTORI